sabato 21 novembre 2009

Brasile declassifica

Anche il Brasile declassifica alcuni documenti dell'areonautica che si riferiscono a casi di avvistamenti UFO degli anni 80.
Secondo alcuni potrebbe non essere un caso che nel 2009 molti stati si sono decisi a declassificare documenti di questo tipo, molti sostengono che basta aspettare il 27 Novembre prossimo.
Parlane con noi sul forum

Confidential
Ministry of Aeronautics
Air Command of Air Defense
Brasilia-DF, June 02, 1986
From Commander
To General Air Command
Subject: Occurrence Report
Ref.: Note Nº C 002/MIM/ADM, of April 13, 1978
Att: 01 report
Forwarding the attached document for your consideration.
[Signed]
Air Brigadier JOSE PESSOA CAVALCANTI DE ALBUQUERQUE
acting commander of COMDA (Air Command of Air Defense)
OCCURRENCE REPORT
I – INTRODUCTION
This report is intended to inform the authorities of the Ministry of Aeronautics,
especially The Minister himself, about the events occurred in the night of May 19,
1986, regarding information pertaining to Air Traffic Control and Air Defense
Organization, as well as the intercepting pilots involved in this event.
Due to time limitation and specific knowledge limitation regarding the nature of the
facts, this Command has decided, within its operational sphere, to limit itself to simply
narrate the facts and avoid any kind of speculations involving the Ministry of
Aeronautics.
II – INITIAL CONSIDERATIONS
The Brazilian Aerospace Defense System, concerning to RDA1, has so far relied on
detection equipment based on radars whose main purpose is to control air traffic, not
specifically designed for Air Defense.
Its technical limitations render air space vigilance deficient as far as targets detection is
concerned, the initialization of which is made manually, that is, the controller is
constantly required to personally manage radar contact and keep it steadily visible for
a period that will allow deep evaluation. As a result, following the movements detected
on the occasion was severely thwarted by the fact that it was not possible to maintain
visualization, regardless of the controllers’ efforts, because the contacts obtained were
not strong enough to allow an initialization work.
The information transmitted to the pilots by the Military Operations Center was based
on the evaluation and experience of the Air Defense Controllers until such a time as
onboard equipment could be used to enable the pilots to carry on with the
interceptions.
Regarding the interceptions in the Anápolis area, it was sometimes possible to obtain
radar contact through DACTA network (LP-23 DPV-DT 61) and the vectoring only was
made possible due to the detections by Anápolis Air Base radar.
III – FACTUAL DESCRIPTION
In this section, all facts will be described on a chronological order, with measures and
steps taken by the Air Command of Air Defense.
1 - 2315Z – The Area Control Center in Brasília informs COpM 1 that São José
dos Campos Control Tower operator has seen lights moving over the
city.
The lights, though predominantly red, shows changes in colors to
yellow, green and orange.
The TWR-SJ operator simultaneously notifies the APP-SP, which
confirms the radar contact on São José dos Campos area.
0008Z – (May 20) – The pilot of a PT-MBZ plane sees lights at radial 150 from
VOR of São José dos Campos moving from East to West. The lights,
according to information given by the pilot himself seemed like big
red stars.
The pilot, by his own initiative, made an observation of the referred
lights, but was unable to approach them.
0014Z – The COpM Alert Officer was activated.
0023Z – The Alert Officer from Air Defense Operations Center (CODA –
Centro de Operações de Defesa Aérea) was activated.
0039Z – By determination of CODA’s Chief, the alert airplane from Santa Cruz
Air Base was activated.
The decision to activate the alert airplane was taken after the radar
detection of some “PLOTS” in São José dos Campos area.
Such detections, although do not qualify as definitive radar echoes,
were utilized in the vectoring of the intercepting airplanes in order
to posit the vectors, allowing them to proceed with the interception
using the on-board radar.
0110Z – The APP-AN reports the detection of some echoes in its radar.
The echoes reported by APP-AN were not captured by COpM
equipment.
0111Z – Anápolis Air Base alert activated.
This activation, determined by CODA, was done after the APP-AN
operator reported the continuing radar echoes, with definition of
fore and velocity.
0118Z – CODA request that Santa Cruz Air Base activate additional alert
airplanes.
This activation was requested because only one airplane remains at
the Air Defense Command, available for possible activation and
persistence of this airplane in flight for a time that exceeds its
autonomy, which happened later, causing it to be recalled and
replaced with another airplane.
0134Z – Departure of the first airplane from Santa Cruz Air Base.
From this moment on, after the proper transference of control, the
Military Operations Center (COpM – Centro de Operações Militares)
began vectoring the referred airplane to sector W, where some
radar echoes were detected in São José dos Campos area.
The airplane’s pilot reported when he was stabilized on FL 170 that
he could see a white light below his own level and at a later time,
ascending and maintaining itself at 10° above his airplane. He
followed it as far as FL 330, and reported that the light changed
momentarily from white to red, green and then back to white, the
prevailing color.
While the pilot was following the light, he obtained contact through
the on-board equipment, which indicated it was something between
10 and 12 miles away, and confirmed visual contact.
He followed it towards the sea, up to approximately 180 miles from
Santa Cruz Air Base, when he gave up the pursuit because there
wasn’t any positive reason for approaching the lights and because
he was coming close to the Minimum Fuel for Abandonment (CMA –
Combustível Mínimo para Abandono).
0148Z – Anápolis Air Base alert airplane take-off.
After the proper transferences of control, the airplane was vectored
to a spot which was being detected by the APP-AN’s radar, which
was transmitting information to COpM, who on their turn forwarded
it to the pilot. This procedure was due to the fact that there wasn’t
any radar echo on COpM equipment.
The pilot proceeded to five presentations obtaining contact and
acquisition with his on-board radar, but was unable to make any
visual contact.
Of all the presentations, he was able to approach up to 2 miles
within radar contact, whose trajectory alternated from zigzag to a
sharp turn to the right.
The object’s velocity would often change, sometimes letting the
airplane come closer, sometimes suddenly increasing distance, in
spite of the interceptor’s supersonic speed. Such maneuvers caused
the contact to terminate, and the pilot gave up on the pursuit.
0150Z – Second airplane takes off from Santa Cruz Air Base (BASC).
After the normal control proceedings, the airplane was vectored to
the same area, south of São José dos Campos.
The pilot reported the sighting of a red light at the location informed
by COpM, and by doing so, confirmed the detection from the ground
radar.
A few minutes later, he found out that the light wasn’t coming any
closer and, soon afterwards, disappeared at the same time as the
radar contact was lost.
A striking detail during this vectoring was the momentary
appearance of thirteen PLOTS behind the airplane, which was
ordered to execute a 180° turn, and did not obtain any visual contact
or on-board radar contact.
0217Z – Second airplane takes off from Anápolis Air Base (BAAN).
This airplane did not make any visual or radar contact.
0236Z– Third airplane takes off from Anápolis Air Base.
This airplane also did not make any visual or radar contact.
0237Z – Landing of the first airplane from BASC.
0246Z – Landing of the first airplane from BAAN.
0305Z – Landing of the second airplane from BASC.
0307Z – Landing of the second airplane from BAAN.
0330Z – Landing of the third airplane from BAAN.
All recalls and landings were done normally.
IV – FINAL CONSIDERATIONS
1. Based on the analysis of above-reported events, it is this Command’s opinion
that, according to the information from the controllers, pilots and previously
elaborated reports from I CINDACTA, that there are some points of coincidence
regarding radar echoes, accelerations, illumination, velocities and behavior,
either by technical detection or by visual contact.
2. Some of those coinciding points that we can name are those phenomena which
exhibited certain constant characteristics, as follows:
a. Produced radar echoes, not only on the Air Defense System, but also on
the intercepting airplanes simultaneously, with visual comparisons by the
pilots.
b. Change in velocity, from subsonic to supersonic, besides hovering
capability.
c. Varied altitude, from below FL-050 to altitudes above FL-400.
d. Occasionally seen as white, green and yellow lights, and sometimes no
luminous indication.
e. Sudden acceleration and deceleration capabilities.
f. Sharp turns capabilities with constant radius, and sometimes with
undetermined radius.
3. As a conclusion of the observed constant facts in almost all presentations, it is
the opinion of this Command that the phenomenon is solid and reflects
intelligence by its capacity to follow and sustain distance from the observers, as
well as to fly in formation, and are not necessarily manned craft.
4. It is safe to emphasize the efficiency of the Air Units engaged in this operation,
because each of these units maintained an expected alert airplane at 45 minutes
and before 30 minutes after activation; and 7 (seven) armed vectors were
available for deployment.
Air Brigadier JOSÉ PESSOA CAVALCANTI DE ALBUQUERQUE
acting commander of COMDA/NuCOMDABRA

venerdì 16 ottobre 2009

Barak Obama potrebbe annunciare : Gli EBE esistono

il 27/11/2009 Obama potrebbe annunciare pubblicamente l'esistenza degli alieni.
Fonte: segnidalcielo

Avevano detto che era spiato. Che gli alieni lo tenevano sotto controllo.
Avevano giurato che un “occhio” extraterrestre era alle sue spalle ad Henderson, nel Nevada, mentre lui si giocava le sue ultime carte prima del grande giorno. E che lo stesso “occhio” era alto nel cielo nell’attimo in cui giurava solennemente fedeltà agli Stati Uniti d’America e gridava “vi batteremo” in faccia al terrorismo mondiale. Avevano anche ricordato che uno strano oggetto era passato sulle teste di milioni di americani mentre Bruce “The Boss” lanciava la sua “The Promised Land” in suo onore.

Ma lui ci aveva scherzato su. Barack Hussein Obama II, agli Ufo non sembrava proprio interessato. Almeno era quello che lui aveva dato ad intendere. Almeno era quello che pensavamo tutti. E invece pare proprio che il 44° presidente Usa con gli alieni abbia deciso di giocare a carte scoperte.

La notizia circola da un po’ su internet. Ed è stata ripresa anche da un blog del Corriere.it che in qualche modo ha finito per darle forza e un minimo di credibilità.


parlane con noi sul forum

edit at 3 december 2009: fake! la data è passata, niente è successo.

sabato 4 luglio 2009

A Raleigh, North Carolina: strani esseri biologici vivono nelle fogne

Un'ispezione, come se ne fanno a milioni in tutte le città del mondo, ha permesso di individuare nelle fogne del Cameron Village, nella città di Raleigh in North Carolina, alcune entità biologiche sconosciute. Dotate di muscolatura e di sensi nervosi sembrano reagire, muovendosi, alla luce della telecamera radiocomandata inviata da studiosi ad osservare il fenomeno.

Fonte: Repubblica.it




Edit 04/07/2009 ore 22.33:

giovedì 21 maggio 2009

Trovato l'anello mancante?

Il fossile di Adapide (Afp)MILANO — Atmosfera da grandi eventi all’Ameri­can Museum of Natural Hi­story di New York. Philip Gin­gerich, presidente della Pale­ontological Society presenta il fossile di un animale che po­trebbe essere il progenitore comune delle scimmie e del­l’uomo. Accanto a Gingerich, il sindaco Michael Bloom­berg e tutti componenti del team di scienziati che hanno lavorato per la scoperta. Tan­ta solennità è stata organizza­ta per mostrare un reperto giudicato molto importante nella ricerca delle nostre origi­ni.
Il «completo e spettacola­re fossile del possibile antena­to», come l’ha definito Ginge­rich, mostra una giovane fem­mina di Adapide vissuta 47 milioni di anni fa ed è stato scoperto un paio d’anni fa a Messel Shale Pit, una cava ab­bandonata vicino a Francofor­te. Il luogo tedesco è noto per i suoi ritrovamenti di fossili ben conservati appartenenti all’Eocene (circa 50 milioni di anni fa). Ma questo ha desta­to subito sorpresa e interesse tanto da essere conservato e studiato segretamente per un così lungo periodo senza far trapelare notizia.
Gli antropologi si chiedo­no da tempo da quale dei due gruppi di proscimmie esisten­ti circa 50 milioni di anni fa, i tarsidi che vivevano in Asia e gli adapidi presenti nell’Ame­rica settentrionale e in Euro­pa allora unite, l’evoluzione abbia poi portato verso l’uo­mo. Ora le caratteristiche del re­perto tedesco farebbero pen­sare che proprio gli Adapidi, ritenuti anche i precursori de­gli attuali lemuri del Madaga­scar, siano gli «antenati giu­sti» o almeno più probabili. Negli ultimi due anni il pre­zioso fossile è stato analizza­to da numerosi scienziati, in­cluso Jorn Hurun del Natio­nal History Museum norvege­se, facendo ricorso alla tomo­grafia computerizzata la qua­le ha consentito di sezionare lo scheletro pietrificato co­gliendone i dettagli più minu­ti.
Uno degli aspetti a favore delle conclusioni pubblicate su Public Library of Science, una rivista online, è la man­canza dei denti a pettine. «L’epoca di appartenenza, la regione del ritrovamento e la presenza di qualche caratte­re evolutivo diverso dalle pro­scimmie mi sembrano gli ele­menti di maggiore interes­se », commenta Fiorenzo Fac­chini, antropologo dell’Uni­versità di Bologna. «E’ infatti possibile — aggiunge — che questi particolari elementi si ritrovino specializzati, molto tempo dopo, in linee evoluti­ve diverse. Bisogna comun­que tener conto che passeran­no milioni di anni per vedere tra le scimmie i progenitori degli ominidi come il Procon­sul o il Kenyapiteco. Infatti la separazione fra le antropo­morfe e quella degli ominidi è avvenuta soltanto 6 milioni di anni fa».

Fonte: Corriere.it

domenica 17 maggio 2009

Il codice Gigas - La Bibbia del Diavolo

Il Codice Gigas o "La Bibbia Del Diavolo” è il più grande manoscritto medievale, (76 Kg) pervenuto integro sino ai giorni nostri. Ad oggi è custodito alla Biblioteca Nazionale di Stoccolma che è famoso per due caratteristiche. In primo luogo, è noto per essere il più grande libro superstite europeo manoscritto. In secondo luogo, esso contiene una grande, piena pagina dove è ritratto il diavolo.
La leggenda narra che il libro sia stato scritto tutto in una sola notte, in un monastero ceco da un monaco benedettino, il quale promise, scendendo a patti con il diavolo, la stesura del libro in cambio della propria anima.
Il contenuto del Codice Gigas ufficialmente è una versione integrale della Bibbia (tranne per il libro delle rivelazioni). A detta degli esperti che lo hanno studiato a fondo il Codice è davvero stato scritto da una sola mano, usando un inchiostro che si ricavava dagli insetti, ma ovviamente è assai improbabile che un trascrittore benedettino, possa aver impiegato una sola notte per la trascrizione del libro, che è dotato di capilettera finemente decorati. Studi effettuati hanno calcolato infatti che ci sarebbero voluti dai 25 ai 30 anni per la sua realizzazione. Ma se il monaco avesse davvero fatto un patto mefistofelico?

Fonte: Il Cannocchiale.it

Il Codice Gigas Digitalizzato : Pagina principale - Codice digitalizzato


venerdì 15 maggio 2009

Il fantasma di Lenin


"La prima volta che venne visto il fantasma del capo della rivoluzione proletaria, Vladimir Iljc Lenin, aggirarsi per il Cremlino, fu nella notte tra il 18 e il 19 ottobre 1923, circa tre mesi prima del giorno della sua effettiva morte. In quel periodo Lenin si trovava stabilmente nella citta' di Gorkij, l'attuale Nizhnyj Novgorod, dove si trovava sotto cura dalla malattia che il 21 gennaio del 1924 l'avrebbe poi definitivamente stroncato", racconta il candidato di scienze storiche, nonche' famoso scrittore russo Aleksandr Gorbovskij, il quale si basa sul racconto di un allora fattorino del Cremlino.
Il fattorino quel giorno, secondo quanto dichiarato dallo scrittore, dopo aver consegnato i plichi e le lettere di turno, era entrato nel corpo di guardia per riscaldarsi, diventando inavvertitamente diretto testimone di una strana conversazione telefonica. Il comandante della guardia del Cremlino infatti, chiese per telefono a qualcuno: "Perche' Lenin e' giunto al Cremlino senza guardie del corpo?", per poi rispondere al suo interlocutore: "No, con lui non c'e' nessuna guardia del corpo. E' completamente solo, ho controllato personalmente. Va bene allora, mi metto in contatto con Gorkij". Dopo qualche minuto il comandante della guardia del Cremlino ritelefona alla stessa persona e dice: "A Gorkij hanno detto che Lenin non e' andato da nessuna parte e che si trova li' da loro".

Continua...

fonte: cosenascoste.com

domenica 10 maggio 2009

Auguri a tutte le Mamme!


Fate


ogni localita' ha le sue fate.in sardegna, le yanas erano delle entita' che vivevano nei boschi, nelle fonti, nelle cavernema anche nei nuraghe e in antichi ruderi. Erano in origine divinita' agresti,dotate di poteri magici capaci di influire nel destino degli uomini donando loro enormi ricchezze o colmandoli di sventure. Con l'avvento del cristianesimo si cerco' di riportare in ambito cristiano i miti pagani e le entita' soprannaturali presenti nelle credenze popolari.le yanas da bellissime fate vennero declassate al rango di orrende streghe e capaci di compiere sortilegi per pura crudelta'. Divennero creature infernali dalle quali ci si poteva difendere solo con le preghiere.
Uscivano solo di notte, affinché i raggi del sole non rovinassero la loro candida pelle.Quando, nelle notti senza luna, si spostavano per andare a pregare presso i templi nuragici, erano costrette a percorrere sentieri ripidi e ricoperti di rovi. Per evitare le spine, le janas diventavano luminose: questo chiarore segnalava la loro presenza.le yanas indossavano preferibilmente vesti di lino color porpora,portavano sul capo lunghi fazzoletti ricamatiErano specializzate in ogni tipo di lavoro domestico: tessevano splendide stoffe e preparavano un pane più leggero dell'ostia.si diceva che le fate possedessero delle conchiglie capaci di produrre un suono simile a quello di un corno.suonando questo strumento attiravano le fanciulle per insegnare loro le arti magiche.la loro attivita' principale era la tessitura.mentre tessevano cantavano e la loro melodia accompagnava i viandanti.nei luoghi che abitavano c'erano inestimabili tesori,dei quali esse erano custodi e le stoffe bellissime che tessevano venivano distese nei prati nelle notti di plenilunio.i viandanti restavano cosi' incantati dalla bellezza di queste stoffe che erano incapaci di proseguire il loro cammino.Secondo la leggenda, possedevano telai d'oro, setacci per la farina fatti d'argento. Ma non solo: esse custodivano un immenso tesoro, fatto di oro, perle, diamanti. A difesa di queste ricchezze erano poste le cosiddette muscas maceddas, orribili creature con testa di pecora, un occhio solo al centro della fronte, denti aguzzi, ali corte e, sulla coda, un pungiglione velenoso.Le muscas si trovavano nascoste dentro una cassa, mischiata a tante altre contenenti il tesoro.Poiché nessuno osava rischiare di aprire la cassa sbagliata, liberando così i terribili insetti, il tesoro da sempre era e rimaneva di proprietà delle janas. il mito delle fate e' legato a quello delle Panas(evidente la somiglianza col termine jana).si dice che passando vicino ai ruscelli,nelle notti di plenilunio,possa capitare di vedere delle misteriose creature intente a lavare corredini di neonato.sono le anime infelici di donne morte di parto(pana significa puerpera),delle creature intermedie che possono accedere al regno delle fate solo dopo che per 7 anni hanno lavato e curato i panni dei propri bambini.nessuno deve interromperle altrimenti sono costrette a riniziare tutto da capo.per facilitare il loro lavoro spesso viene messo nelle bare delle giovani puerpere un pezzo di sapone e del filo per rammendare.

Le Janas Ciclopichecol nome di janas vengono indicate anche gigantesche malvagie creature,caratterizzate da gigantesche mammelle che portavano rivoltate sulle spalle(in questo modo potevano allattare i poccoli che portavano dentro ceste legate sulla schiena).avevano una lingua enorme che usavano per infornare il pane e robuste unghie sulle quali scavavano nella roccia.su di loro si raccontano diverse storie:secondo alcune sarebbero dedite all'antropofagia;altri sono convinti che siano in buoni rapporti con in diavolo e che ogni 7 anni debbano pagare all'inferno un tributo costituito da un neonato sottratto ad una giovane madre

Incredibili lenti











gli antichi realizzavano avanzate lenti di cristallo.Robert Temple ha condotto delle approfondite ricerche riguardo questa scienza,creando un'opera che costituisce uno degli studi piu' rivoluzionari nella storia della scienza e della civilta'.cominciamo dalle LENTE DI LAYARD,scoperta nel 1849 nel'antica capitale assira nota come Nimrud.si legge in un inventario tratto da Layard:insieme ai vasetti di cristallo si scopri' una lente di cristallo di rocca con una faccia convessa e l'altra piana"dovrebbe risalire a VII sec a.C.e' perfettamente chiara e trasparente senza alcuna imperfezione.realizzata con un frammento di quarzo di alta qualita'.la forma e le dimensioni della lente corrispondono all'orbita oculareumana ed essa ingrandisce gli oggetti osservatima a quale scopo fu realizzata la lente?tutto indica che si tratta di lenti toroidali che servono a correggere l'astigmatismo e che furono fabbricate per la prima volta nel XIX sec in europa.nel 1834 in una tomba greca della cittadina italiana di Nola,fu scoperta la LENTE DI NOLA.una lente piano convessa incastonata in una montatura d'oro,che ora e' sparitastupefacenti sono gli occhi in cristallo che riuscivano a realizzare gli egiziani per le loro statue.purtroppo non sono riuscita a trovare una foto di profilo,ma vi garantisco che sono trasparenti e colorati come un occhio umano.al muse del Cairo e' conservata una lente di cristallo che ha le facce perfettamente uniformi,sebbene un po' sporca.la lente e' perfetta per una persona miope:si ottiene un aumento di 1,5X.e' del IIIsec.ac e la sua qualita' e' superba(la foto l'ho trovata in un libro,poi vedo di postarla).i romani disponevano di varie lenti di cristallo grandi quanto gocce d'acqua che permettono un ingrandimento pari al triplo delle dimensioni reali.lente minoica scoperta a Cnossola lente di Layard si pensa potesse essere montata anche su un telescopio..in alcune tavolette provenienti dall'archivio reale assiro vennero identificate lenti e furono scoperte le menzioni di tubi d'oro che potevano rappresentare dei supporti per le lenti.viene riportato di "una lente con tubi d'oro...due lenti con tubi d'oro..." leggendo questi documenti risulta difficile non considerare come vera l'ipotesi che esistessero i telescopi nel mondo mesopotamico.

Le lenti di Gotland











oggi non ci meraviglia affatto avere a disposizione lenti di ingrandimento,sottili lenti per occhiali,obbiettivi per la macchina fotografica ecc.queste lenti sono composte da superfici perfettamente lappate la cui curvatura viene calcolata elettronicamente.ma ecco la sorpresa...cio' che oggi e' frutto dell'alta tecnologia,dell'era dei computers,esisteva gia' nell'antichita'.al museo tedesco di monaco era conservata una lente biconvessa in cristallo di rocca risalente al primo medioevo,ritrovata nelle tombe vichinghe dell'isola svedese di Gotland.la lente del museo di monaco e' sparita,ma per fortuna sono rimaste quelle di gotland.i risultati delle analisi rivelarono che la lavorazione delle lenti era tanto precisa quanto quella dei prodotti moderni frutto delle piu' avanzate tecnologie.solo che queste lenti di 1000 anni fa erano fabbricate a mano.




Il dolore li faceva belli




da Focusi maya per esere belli si sottoponevano a torture inaudite(...altro che gli antichi bustini strizzavita delle ragazze....).lo conferma un recente studio della ricercatrice statunitense Mary Miller che cita come esempio K'inich Janaab'Pakal,re Maya della citta' di Palenque dal 615 al 683.


il suo cranio, rinvenuto copertoda una maschera di giada nella sua tomba,subi' dopo la nascita profonde manipolazioni:la testa fu stretta fra assi due di legno per comprimere la fronte.l'avvallamento cosi' creato era evidenziato da un ponte artificiale tra fronte e naso ,di argilla o gesso.




Pakal inoltre aveva i denti canini e gli incisivi superiori intagliati.si trattava forse di un rito iniziatico dell'elite Maya durante il quale i denti venivano bucati con canne od ossa usati come trapani e sabbia o polvere di giada come abrasivi.nei fori si fissavano poi dei dischetti di giada,ossidiana o ematite,con un adesivo naturale cosi' potente da aver resistito fino ad oggi.

di Giuliana Rotondi

Antennarius Maculatus




Stranissimo pesce appartenente alla famiglia degli Antennaridi, proveniente dalla zona delle isole Mautitius, Filippine ed Hawaii; di media dimensione, robusto.

La lampreda





e' il piu' primitivo dei vertebrati

Abracadabra

etimologia incerta:potrebbe derivare dal termine gnostico "abraxas",l'onnipotenza divina e dall'ebraico "dabar",la parola.si riteneva che questa formula magica a partire dal II secolo avesse un potere straordnario di protezione e trasformazione.una tradizione lo fa risalire al Dio Siriano Abraca.la sua etrimologia associa due termini(dabar e abrascas)allo scopo di comporre la parola sacra"la parola del'onnipotenza".per accrescerne la forza magica,la sua formula nel medioevo era ,ritualmente incisa all'interno di un triangolo rovesciato raffigurato su talismani.in uno dei suoi impieghi magici la formula avrebbe il potere di far dimminuire la febbre via via che il malato toglie una lettera

2012- Una tempesta solare di inaudite proporzioni potrebbe farci tornare nel Medioevo.


Ultima sul fatidico 2012. Secondo uno studio effettuati dalla NAS (National Academy of Sciences), pubblicato sul "New Scientist", e finanziato dalla NASA, una possibile tempesta solare di proporzioni mai verificatesi potrebbe investire la Terra e portarci indietro nel Medioevo. Sarebbe questa la futura catastrofe?

Daniel Baker, esperto di meteorologia spaziale dell'università del Colorado e presidente della commissione della NAS, ha dichiarato che "Ci stiamo avvicinando sempre più ad un possibile disastro". Nel 2012, una tempesta solare di proporzioni inaudite investirebbe la Terra, che a contatto con la magnetosfera terrestre, il vento solare causerebbe una perturbazione geomagnetica tale, da far saltare le linee elettriche, e d'un sol colpo, l'intero pianeta potrebbe trovarsi senza energia. Tutto ciò che funziona con la corrente elettrica, sarebbe inutilizzabile e quindi potrebbero esserci problemi di approvvigionamento elettrico e di acqua. Pensate un po' quante applicazioni tecnologiche sfruttano la corrente elettrica e ci renderemo conto che sarebbe davvero un disastro planetario.
Già nel 1859 un evento simile, chiamata “perturbazione di Carrington” portò alla disattivazione delle linee telegrafiche, ma 150 anni fa la tecnologia non era così sviluppata e gli effetti furono minimi.

Gli esperti hanno calcolato che per far ripartire il sistema sarebbero necessari almeno una ventina d'anni. Che sia questa la profezia Maya?

Fonte: NASA

Fonte: La Stampa

Fonte: Repubblica.it

sabato 2 maggio 2009

14 aprile 2009 Filmato UFO triangolare su Londra

15 aprile 2009, filmato attraverso un videofonino un oggetto che, dalle luci sembra essere triangolare. Il video viene filmato attraverso la finestra di un'abitazione. Il video dura una ventina di secondi, dopo l'oggetto sparisce improvvisamente.

Fonte: Segnidalcielo.it

martedì 28 aprile 2009

UFO Treviglio (BG) sensazionale e super luminoso



Treviglio, 18 giugno 2005, h.21.20 circa.
Filmato realizzato con Videocamera Digitale Panasonica NV-DS 15.
Formato mini DV, 20 x optical digital zoom.
Durata: 78 sec. N.E. Meteo: ottimo.

1° Fase: l'Oggetto è molto luminoso, bordo colore arancione con tacchette scure e sfumature miste al rosso vivo e giallo, si muove lentamente in verticale, la parte centrale si presenta candida e di forma sia discoidale che sferica, si nota posizionato davanti ai fili dell'alta tensione.

2° Fase: Nella sua lenta salita, sembra sostare per pochi secondi, per puntare di colpo verso destra e a scatti.

3° Fase: Brusca e repentina accelerazione, comparsa a distanza a mò di stella e infine svanisce come un puntino zizzagante e nel nulla.

Verona 9 Maggio 2009: conferenza Corrado Malanga










































Idea regalo


...create un modello della vostra bocca,dipingetelo e regalatelo alla mamma per la festa della mamma.lo gradira' molto.mia mamma ha cercato un posto nascosto ma io l'ho convinta a metterlo in vetrina


domenica 26 aprile 2009

Agopuntura: ecco le prove

Venticinque anni fa, un rinomato editorialista della celebre rivista Lancet commentò l'inizio dell'interesse occidentale verso l'agopuntura con un editoriale sprezzante dal titolo "l'agopuntura e l'era dell'irrazionalità". È ancora possibile sentire e leggere qualche commento di tale tono, sempre più rari, per la verità, anche perché oggi, a differenza di ieri, vengono usati strumenti di verifica che consentono di far luce sull'apparente irrazionalità della pratica di infiggere sottilissimi aghi in precisi punti del corpo per curare malattie e promuovere la salute.Negli ultimi dieci anni si sono moltiplicati gli studi che hanno utilizzato le tecniche di imaging cerebrale (fRM, Risonanza Magnetica funzionale, PET, Tomografia a Emissione di Positroni) a cui si è affiancata la biologia molecolare. Come documenta un ampio studio, pubblicato recentemente su Progress in Neurobiology, con l'imaging si può tracciare la strada che segue lo stimolo indotto dall'ago per giungere dal midollo spinale al cervello e qui indurre un meccanismo, in discesa, di regolazione del network umano. Tra le condizioni più studiate quella del dolore e dei meccanismi antidolorifici messi in moto dall'agopuntura.Dalle visualizzazioni del cervello di un essere umano trattato con agopuntura, che ha una patologia dolorosa oppure che viene consensualmente sottoposto a uno stimolo doloroso, emerge che l'infissione dell'ago attiva alcune aree cerebrali e ne disattiva altre. Attiva la cosiddetta "via discendente" di controllo del dolore, che dal Rafe Magnus (un'area del tronco dell'encefalo dove sono collocati i neuroni che producono serotonina) giunge al midollo spinale e cioè al luogo da cui è stato trasmesso il dolore. Disattiva le aree del cervello emotivo coinvolte nella elaborazione del dolore (insula, corteccia cingolata anteriore, amigdala). Il risultato netto è un miglior controllo del dolore.Ma la serotonina non è l'unica molecola coinvolta. Sono decenni che si ha una precisa documentazione della capacità dell'agopuntura di indurre il rilascio di oppioidi (beta-endorfine, encefalite, dinorfine), a cui, recentemente si sono aggiunte altre molecole neuroattive, come la noradrenalina, la somatostatina, le neurotensine.Accanto a ormoni e neurotrasmettitori anche le molecole del sistema immunitario risultano coinvolte. Un lavoro giapponese ha dimostrato che l'uso di alcuni famosissimi agopunti (Stomaco-36, Vescica-18, 20 e 23) stimola il rilascio di alcune citochine chiave come l'interferone-gamma e l'interleuchina-4 determinando un'attivazione equilibrata del sistema immunitario.Insomma, è tutto il network umano che viene coinvolto dall'antica scienza medica cinese. Psiche compresa.Al riguardo i sostenitori dell'effetto placebo possono darsi pace. Fin dal 2005 è documentato quello che ogni persona ragionevole sa: che l'agopuntura, come ogni procedura medica ben fatta, è capace di attivare le risorse cerebrali del paziente, di provocare quello che si chiama effetto placebo. Ma accanto al placebo c'è anche un effetto specifico dell'agopuntura documentato dalle immagini. Probabilmente, nel trattamento di agopuntura c'è più effetto placebo che nel trattamento medico standard. Ma questo è un valore aggiunto, non un elemento negativo, che dipende dalla relazione più accurata e accogliente che il medico agopuntore, di solito, ha con i pazienti. Ogni terapeuta, infatti, può essere placebo o nocebo, un aiuto o un danno per il suo paziente, indipendentemente dalla metodica che usa. (francesco bottaccioli)

Fonte: Repubblica

Fluidi nanometallici e controllo magnetico:



da wiki:
Applicazioni comuni:
I ferrofluidi sono usati comunemente negli altoparlanti
I ferrofluidi sono similarmente usati per formare dei sigilli liquidi attorno agli assi di rotazione degli hard disk.
Possiedono inoltre caratteristiche di riduzione dell'attrito. Se applicati sulla superficie di un magnete sufficientemente potente, come uno fatto in neodimio, esso può planare su superfici liscie con una resistenza minima.
Esperimenti dell'industria:
La Matsushita Electric Industry ha prodotto una stampante capace di stampare 5 pagine per minuto utilizzando un inchiostro a ferrofluido.
Impieghi militari:
La United States Air Force ha introdotto una vernice in materiale radar assorbente (RAM) composta sia da sostanze ferrofluidiche che non-magnetiche. Dal momento che riduce la riflessione delle onde elettromagnetiche, questo materiale aiuterebbe a ridurre la sezione radar in alcuni tipi di velivolo stealth.
Applicazioni aerospaziali:
La NASA ha sperimentato l'utilizzo dei ferrofluidi in un'ansa chiusa come base per un sistema di controllo delle superfici e della stabilità in volo e nella navigazione nel vuoto dei veicoli aerospaziali. Cambiando il momento angolare del ferrofluido nell'ansa chiusa utilizzando magneti si cambia il centro di massa, e dunque anche la velocità di rotazione, di una nave spaziale ruotante nel vuoto.
Ottica e misure elettromagnetiche:
I ferrofluidi hanno numerose applicazioni in ottica, a causa delle loro proprietà rifrattive; questo perché all'interno di ogni grano (Che é in realtà una micella, formata da milioni di particelle della sostanza tensioattiva internamente con un gruppo idrofobico, come una catena carboniosa o aromatica; ed esternamente con un gruppo idrofilo a contatto con l'acqua o con un altro solvente polare), la particella ferrosa micromagnetica, riflette la luce. Questo tipo di applicazioni includono la misura della viscosità specifica di un liquido che si trova tra un polarizzatore ed un analizzatore, illuminato dalla luce prodotta da un laser elio-neon.
Medicina:
In medicina, un ferrofluido compatibile potrebbe essere impiegato per rilevare il cancro, con vari meccanismi fisici.
FerroFluido fatto in casa:
Un semplice ferrofluido può essere realizzato con piccole particelle magnetiche immerse in olio minerale, vegetale o per motori (sae 10 o altri a bassa viscosità). La limatura di ferro non funziona bene, risulta troppo grande. Buone fonti di particelle magnetiche sono:
  • toner di stampanti laser magnetiche
  • polvere magnetica di controllo in negozi per saldature
  • particelle ricavate da lane d'acciaio bruciate (dopo averle passate al mortaio e al pestello)
  • particelle ricavate raschiando la superficie di videocassette
  • le particelle "estratte" dalla sabbia con un sacchetto di plastica e un magnete (vedere link esterni)
  • inchiostro magnetico usato per stampare checks
Un rapporto 1:1 tra l'olio e la polvere magnetica sembra funzionare al meglio.
In ogni caso questi fluidi sono molto instabili. Le particelle tenderanno a raggrupparsi e le proprietà del fluido verranno perse velocemente. I fluidi creati per scopi professionali contengono emulsionanti per mantenere in sospensione in acqua particelle magnetiche oleose (ottano o cherosene) molto piccole. Le particelle sono molto sottili; meno di un micrometro di diametro.
I ferrofluidi macchiano e sono praticamente impossibili da pulire, quindi è necessario prestare attenzione quando vengono mescolati o usati.

Pinguino Bionico

Festo ha sviluppato un pinguino robotico, da vedere assolutamente !

sito ufficiale:

http://www.festo.com

sabato 25 aprile 2009

Il diavolo del mare

Il diavolo di mare o pesce vacca o razza cornuta, vive nel Mediterraneo e nell'Atlantico orientale. Lungo sino a cinque metri è circa tanto largo quanto lungo. Può raggiungere i 900 kg. di peso. La sua pelle sottilissima risulta quasi nera sul dorso e bianca sul ventre. La coda è a forma di frusta. Nonostante le dimensioni è un animale inoffensivo, che si nutre soprattutto di molluschi, crostacei e plancton. Vive in coppie o in piccoli gruppi e talvolta lo si vede balzare fuori dall'acqua. Questo pesce non è commestibile, ma il suo fegato fornisce un olio molto ricco.


Video e altre info



fonti: www.animalinelmondo.com / mystero.forumcommunity.net

Il pesce trasparente


Barrel: il pesce dalla testa trasparente, un macropinna microstoma




Il mistero del pesce dalla testa trasparente è stato finalmente svelato grazie ai ricercatori del Monterey Bay Aquarium Research Institute. L’animale, il cui nome scientifico è Macropinna microstoma, era stato descritto per la prima volta nel 1939 e ora finalmente studiato da vicino. Grazie agli occhi tubulari il pesce riesce a raccogliere molta luce e ha sviluppato una sorta di “vista a tunnel” che gli permette di sopravvivere anche nell’oscurità degli abissi oceanici.
Qua potete trovare alcune sue foto tratte da repubblica.it. Qui invece trovate una scheda con diverse informazioni.

video

venerdì 24 aprile 2009

Scoperto il gatto-mummia "anti streghe"

Ha riposato 400 anni nelle intercapedini di un cottage di Ugborough, un villaggio nel Davon, Regno Unito, prima di essere scoperto dai proprietari dell'abitazione. Così, durante i lavori di ristrutturazione, dalle pareti del bagno è uscito un gatto mummificato. Secondo la leggenda che si racconta nel paesino inglese, e riportata dal quotidiano The Herald of Plymouth, il gatto sarebbe stato sistemato nella casa quattrocentro anni prima per allontare l'arrivo delle streghe.


Altre foto



fonte: http://www.repubblica.it

giovedì 23 aprile 2009

"Chargoggagoggmanchauggagoggchaubunagungamaugg" ma è sbagliato.

Si chiama "Chargoggagoggmanchauggagoggchaubunagungamaugg" e strano a dirsi è il nome di un lago che si trova nel Massachusetts il lago con il nome più lungo del mondo. Il nome deriva da dal linguaggio degli indiani Nipmuc e tradotto suona così: "Tu peschi dalla tua parte, io pesco dalla mia parte - e nessuno pesca nel mezzo". Dopo Qualche tempo l'amministrazione locale inserì cartelli con la denominazione del lago, ma commise un errore: Il ventesimo carattere dovrebbe essere una «u», invece della «o». Da alcuni documenti è poi emerso che alla 38esima lettera dovrebbe esserci una «h» al posto della «n».

Fonte: Corriere.it

Link: Corriere.it


Il nuovo mostro di Loch Ness filmato in Svezia

30 agosto 2008

Sembra proprio che un mostro che vive nel lago Storsjö, al centro della Svezia, e la cui leggenda resiste da più di tre secoli, sia stato filmato da alcune videocamere di sorveglianza, e la notizia è stata clamorosamente diffusa ieri proprio dall'associazione che gestisce le telecamere.

continua...

fonte: http://mysterium.blogosfere.it

martedì 21 aprile 2009

Edgar Mitchell (Apollo 14) accusa il governo americano: "Nasconde la verità sugli UFO"


21-04-09
L' astronauta americano Edgar Mitchell, che fu membro della missione lunare Apollo 14 del 1971, ha partecipato alla quinta edizione della X-Conference, un meeting organizzato dagli appassionati di Ufo e da ricercatori che studiano la possibilita' di esistenza di forme di vita aliene. "Gli extraterrestri esistono, ma Stati Uniti e governi di altri paesi tengono nascosta la verita'."

Leggi tutto: http://www.asca.it

Fonte http://www.asca.it

Gruppo di ufologi di Ekaterinburg scopre un caso di Poltergeist attivo

Un gruppo di ufologi di Ekaterinburg appartenenti al centro di ricerche "Uran", e' appena rientrato dalla regione siberiana di Kurgan nella quale ha scoperto un caso di Poltergeist attivo. Come dichiarato al rientro della missione da parte del coordinatore della sezione di Ekaterinburg del gruppo di ricerche ufologiche "Uran" Aleksej Komanev, si tratta della prima scoperta effettivamente interessante che il gruppo di ufologi degli Urali e' riuscito a fare nel corso del 2007.

continua...

fonte: http://italia.pravda.ru/

lunedì 20 aprile 2009

Nuovo caso di mutilazioni su animali



Nuovo caso di mutilazioni su animali

La sera del 28 marzo 2009, un nuovo caso di mutilazione ha avuto luogo nella città di Vittoria, provincia di Entre Rios (Argentina) in un piccolo ranch di proprietà di Mr. Ignacio Oñativia. Un vitello di un anno è stato trovato mutilato con le stesse incisioni che si conoscono in questi casi. Il taglio pulito può essere visto nella fotografia, con nient'altro che piccole tracce di sangue lasciate. Il Sig. Oñativia, teneva solo quattro animali nel recinto, tra i quali un vitello testardo che gli costituiva un problema quando doveva entrare all’interno di esso. La sera del 28, quando entrò nel suo ranch, ha visto solo tre animali all'interno del recinto. Mr. Oñativia credette che il vitello poteva sicuramente essere morto di qualche malattia. Ha cominciato a cercarlo e quando lo trovò realizzò rapidamente che una mutilazione era stata perpetrata.

Fonte: http://inexplicata.blogspot.com


Video del 14 settembre 2007 con L'ufologa Linda Moulton Howe:

domenica 19 aprile 2009

Fantasmi e poltergeist...

Alcune sequenze sono famose, altre meno

Buona visione

Adamo fu il primo Golem


Adamo fu il primo Golemnell'antica tradizione ebraica il golem e' un gigante creato per magia.la sua prima apparizione e' nella Bibbia e precisamente nel salmo 139,dove golem significa embrione,massa informa,quella usata da Dio per plasmare Adamo,il primo uomo.Non ti era il mio corpo nascostonel chiuso dove mi hai fattogiù nella terra dove mi hai tessutoun grumo informe (golem) i tuoi occhi mi videroIl termine grumo informe, è riferito ad Adamo che non è stato ancora raggiunto dal "SOFFIO" di Dio ed è perciò golem.secondo il libro della creazione,un testo esoterico della kabbalah(VI-IIsec a C.),per creare il mondo Dio uso' le 22 lettere dell'alfabeto ebraico e ne svelo' la formula ad Abramo.perc io' qualunque sapiente avrebbe potuto dare vita ad una creatura se conosceva una determinata formula magica.l'idea ebbe fortuna:il talmud narra la storia del rabbino Rava che creo' un uomo artificiale per mezzo di pratiche magiche.dietro la creazione di un golem c'e' il desiderio di realizzare un figlio immortale che sfugga alle leggi umane che prevedono la partecipazione di maschio e femmina.L’automa è dunque un organismo perfetto ed invulnerabile capace di esorcizzare la fragilità umana?.Esso non conosce malattia e non è soggetto a sentimenti. La ricerca nel conferire a questo doppio il carattere dell’eternità giustifica molte volte l’immagine di un automa privo di connotazioni sessuali.L’uomo creato da Dio non è lo strumento docile del creatore, ma possiede come sappiamo il seme della ribellione così come questo seme è presente nella creatura- macchina-golem. La possibilità della disobbedienza limita all’origine la potenza del creatore allo stesso modo in cui il libero arbitrio dell’uomo limita la potenza di Dio. L’uomo con il peccato di origine si ribella a Dio venendo punitopolvere tu seie in polvere tu tornerai!(genesi 3,14,19)così anche il Golem in molte leggende dopo la sua ribellione al creatore sarà fatto ritornare un innocuo mucchio di argilla.il Golem è una creatura simile ad un essere umano fatta in modo artificiale in virtù di un atto magico, attraverso l’uso di parole (nomi) sacri.Nella seconda ore Adamo diventa un golem, una massa ancora informe. In Scholem (1980) troviamo la descrizione di Adamo prima che gli fosse infusa l’anima neshamah (soffio) e prima che fosse in grado di nominare le cose come di un essere grezzo, informe. Dopo aver accertato l’origine del termine golem e in che contesto è stato utilizzato per la prima volta è utile soffermarsi sul Golem visto come ripetizione della creazione dell’uomo tramite mezzi magici da parte di un altro essere umano.Golem viene intesa una creatura simile ad un essere umano fatto in modo artificiale in virtù di determinate operazioni che in qualche modo andrebbero a mimare l’azione creatrice di Dio.Il libro della creazioneSull’origine e patria spirituale di questo libro che conta soltanto poche pagine non è stato possibile risalire a conclusioni sicure e definitive. Questa incertezza permane anche per quanto riguarda la datazione di questo testo le cui valutazioni cronologiche oscillano tra i secoli II e VI AC.Il primo capitolo del libro inizia con la creazione del mondo, il quale è creato da Dio attraverso tre forme di espressione, il numero, la lettera e la parola. La creazione come nella Bibbia è attribuita allo strumento divino meno materiale possibile; la parola. Dio non fa: per creare gli è sufficiente la parola. Egli crea mediante le dieci sephiroth e le 22 consonanti dell’alfabeto ebraico. Secondo Scholem il vocabolo sephiroth deriverebbe dal verbo ebraico sphr (contare). In questo caso al termine sephiroth è attribuito il significato di numero, inteso come principio dell’universo. Le sephiroth sono forma distinta dalla materia. Come i primi dieci numeri primordiali sono alla base della prima produzione della forma così le 22 lettere sono la causa prima della materia. Ogni cosa esistente in via di sviluppo è dovuta ai poteri creativi delle lettere, ma è inconcepibile senza la forma della quale la investirono le dieci sephiroth.E’ attraverso i numeri primordiali che Dio ha determinato la profondità del principio e la profondità della fine, la profondità del bene e la profondità del male, la profondità di sopra e la profondità di sotto, quella dell’oriente e la profondità dell’occidente, la profondità del settentrione e la profondità del meridione Toaf (1988)La costruzione delle dieci sephiroth forma un tutto omogeneo. Esse sono l’espressione dell’unità di Dio. Esse sono dieci ed esprimono lo spirito del Dio vivente.Nel secondo capitolo del Libro della Creazione si parla delle 22 consonanti. Esse sono le lettere fondamentali con le quali Dio ha formato l’anima dell’intera creazione e di tutto ciò che è stato creato. Esse benché siano in numero ridotto, per mezzo del loro potere di combinazione, trasformazione e trasposizione forniscono un numero infinito di parole e cifre diventando così i tipi di tutti i molteplici fenomeni della creazione. “L’intera creazione e l’intero linguaggio scaturiscono da un’unica combinazione di lettere”. Tra queste 22 lettere tre sono considerate madri e cioè Alef, Mem, Sin. Da queste scaturiscono aria, acqua e fuoco.“I cicli sono stati creati all’inizio dal fuoco e la terra è stata creata dall’acqua e l’aria è l’elemento di equilibrio tra il fuoco e l’acqua.”Dopo le tre madri troviamo le sette lettere doppie e cioè bet, gimel, dalet, kaph, peh, res, taw. Per alcuni critici esse sarebbero dette doppie per un fatto di pronuncia, mentre per altri oltre il fatto della pronuncia vi sarebbe il fatto che ad esse corrisponderebbero gli archetipi delle sette opposizioni fondamentali della vita umana e cioè vita-morte, pace-guerra-sapienza-follia, ricchezza-povertà-fertilità-sterilità, bellezza-bruttezza, dominio-serenità. Dio da queste sette doppie ha formulato i sette pianeti del mondo, i sette giorni e le sette porte dell’uomo (occhi, orecchi, narici, bocca).Per Di Nola (1964) le sette doppie sembrano costituire i fonemi attraverso i quali lo spazio passa da una fase sephirotica in cui domina l’indistinto ad una fase in cui si vede l’origine dei sette pianeti, dei sette cieli e dei sette giorni della settimana.Ora rimangono le restanti 12 lettere e cioè h,w,z,t,y,l,n,s*, s,q; con esse Dio ha creato le dodici direzioni, che si protendono all’infinito, inoltre ha formato i dodici segni dello zodiaco, i dodici mesi dell’anno e le dodici membra principali dell’uomo. Il Sefer ci presenta una creazione armonica in cui Dio crea usando le 22 lettere dalle cui diverse combinazioni ha origine il molteplice. Secondo Di Nola nella combinazione delle lettere sono contenute le radici di tutte le cose ad esempio piacere e danno (oneg e nega) hanno le stesse consonanti in ebraico hanno origine in uno stesso processo ma possiedono una diversa combinazione degli elementi di cui sono composte.Con le 22 lettere Dio ha scolpito ogni cosa ed ha completato l’intera creazione.Secondo il Sefer Abramo sarebbe colui il quale ha ricevuto da Dio il segreto delle 22 lettereLegò ventidue lettere alla sua lingua e il santo gli rivelò il suo segreto - Sefer Yetsirahe colui al quale la leggenda fa risalire il Libro della creazione cheper chi saprà meditarvici sopra sarà fonte di sapienza e di potenza...chiunque si occuperà del libro e lo studierà conoscerà i suoi segreti e quelli relativi al mondo e gli verrà assicurato il mondo futuro.Nel medioevo e nel rinascimento il Sefer diverrà il testo con cui il kabalista sarà in grado di leggere e fare propri i segreti della creazione. Si può così facilmente comprendere l’importanza avuta da questo libro nell’ambito della tradizione golemica. Grazie alla sua conoscenza il sapiente può copiare Dio nell’atto creativo poiché si impossessa tramite il Sefer di quella che è la potenza divina. La conclusione stessa dello Yetsirah sembra non lasciare dubbi sull’uso magico di questo libro. Abramo è colui che ha ricevuto da Dio il segreto della creazione e quindi della vita. Si può dedurre da ciò che l’uomo Abramo è nella condizione di creare grazie alla forza della sua penetrazione intellettuale, nella connessione delle cose e nella potenza delle lettere. E’ facilmente comprensibile la fortuna che questo libro conobbe negli ambienti magici anche se il libro non fa riferimento al Golem e alla possibilità di creare alcun essere vivente.Come afferma Bloch (1937) bisogna estrarre dalle lettere morte il raggio nascosto, che può rendere vivente un corpo inanimato. Per ottenere ciò non è necessario essere solo sapiente, ma bisogna essere un giusto, uno Zadik. Il potere creativo dello Zadik, tuttavia, è limitato e non potrà mai raggiungere quello di Dio; come abbiamo visto Rava può creare un uomo, ma non può dargli la parola e ciò è dovuto allo iato esistente tra uomo e Dio dopo il peccato di origine.Alcune edizioni dello Sefer Yetsirah del XII secolo recavano il seguente titolo: L’alfabeto di nostro padre Abramo.Yeuda Ben Barzillai, come ricorda Scholem, che all’inizio del XII secolo ha redatto un ampio commento del Libro della Creazione riferisce che il titolo del libro recava la seguente aggiunta - chiunque guardi in esso ha una sapienza che è senza misura - Si potrebbe aggiungere simile a quella di Dio.La concezione riguardante Abramo come depositario dei misteri della creazione portò nell’ambiente hasidico tedesco nei secoli XII e XIII ad attribuire ad Abramo la creazione di individui mediante un processo magico ricavato dallo studio dello Yetsirah.
"E Dio disse - Facciamo l'uomo a nostra immagine e somiglianza... E Dio fece l'uomo a sua immagine. A immagine di Dio lo fece. Maschio e femmina lo fece" (Gen I, 26-27). La creazione di Adamo ed Eva dal Grand Heures de Rohan (XV sec.)Negli ambienti hasidici si prende spunto dal verso 5 di genesi 12 dove si trova - Abramo e Sara presero con sé le anime, che avevano fatto ad Haran- .Si attribuisce così al verbo “avevano fatto” valore letterale mutando radicalmente la interpretazione corrente, che vedeva in quella frase il riferimento ad una attività apostolica di Abramo e Sara e pertanto “avevano fatto” doveva riferirsi alle donne e agli uomini tra i quali avevano fatto proseliti.L’interpretazione degli ambienti religiosi hasidici gioca sul fatto che il termine ebraico nefashot con il quale si indica il termine anima significa anche persona, perciò alla luce di questa nuova esegesi la frase suonerebbe in questo modo - Abramo e Sara presero con sé le persone che avevano fatto (create) ad Haran -La credenza che Abramo avesse creato degli uomini avvalendosi dello yetsirah è presente negli ambienti esoterici ebraici dal III secolo e ciò permette come suggerisce Graetz (1846) di accostare il mito ebraico della creazione di uomini artificiali agli ambienti pseudoclementini, che presentano intorno al IV secolo dei punti di contatto con le concezioni della taumaturgia ebraica.Nei capitoli semignostici delle omelie di Simon Mago si incontra un caso la cui analogia con l’idea ebraica di poter creare un uomo artificiale è decisamente evidente; si legge, infatti, che Simon Mago si è vantato di essere capace di creare un uomo, non con la terra, ma con l’aria, mediante trasformazioni teurgiche e di avere poi nuovamente trasformato l’uomo creato in aria. Ciò che viene descritto è molto simile alle operazioni che il mago ebreo compie attraverso la manipolazione dell’argilla pronunciando le lettere sacre dell’alfabeto secondo i dettami del Libro della Creazione.


Avvistamento aeroporto Città del Messico

Adesso sembrano prediligere gli aeroporti. Il video girato da Daniel Sanchez il 29 marzo 2009, mostra un oggetto non identificato che volteggia sull'aeroporto di Città del Messico. Nel video, della durata di 4:47 min. l'oggetto cambia il suo percorso improvvisamente.

LINK: http://analuisacid.com




Fonte: http://analuisacid.com

Animali sotto processo

in europa,nel medioevo e agli inizi dell'eta' moderna,gli animali domestici,ma anche gli insetti,i roditori e altre creature considerate nocive erano spesso incriminati(per lo piu' per omicidio o per distruzione della proprieta' privata)arrestati,giudicati,imprigionati e persino giustiziati.esistono accurati verbali datati dalIX al XIX sec.che attestano l'istruzione di processi a bruchi,mosche,locuste ,pidocchi,chiocciole,lumache,vermi,ratti,cani,cavalli...nel caso degli insetti,l'accusa era di solito la distruzione delle coltivazioni.dal momento che era impossibile chiamare in giudizio uno sciame di cavallette ,si catturava un unico insetto e gli si assegnava un difensore d'ufficio e lo si processava.se lo si riconosceva colpevole,si ordinava a tutte le locuste di lasciare la citta' ,cosa che alla fine ,effettivamaente facevano.gli animali abbastanza grandi per essere messi in prigione erano rinchiusi nelle stesse celle e ricevevano il medesimo trattamento delle persone.come questi ultimi venivano persino torturati per estorcergli una confessione...(io non lo so...io penso che erano tutti matti...)certo,nessuno si aspettava che un animale ammettesse qualcosa,ma la tortura faceva parte della procedura e alcuni giudici ritenevano di doverla applicare in ogni caso.alcune volte tale pratica giovava agli animali,perche' ,visto che gli accusati non confessavano neppure sotto tortura,le pene erano piu' clementi.i verdetti potevano essere anche cambiati o capovolti in seguito ad un appello rivolto ad una corte superiore.sappiamo che in una circostanza un maiale e un asino condannati all'impiccaggione riuscirono a cavarsela con una sola botta in testa dopo che un nuovo giudice aveva preso il caso in esame.da un articolo di Elizabeth Kronzek

Gesu',figlio dell'uomo


"un uomo saggio"lo defini' Giuseppe Flavio."un uomo dei piu' devoti" sentenzio' il coranoalcuni lo definiscono "un rivoluzionario"Mauro pesce,docente di storia del cristianesimo all'universita' di Bologna,dice:"Gesu' fu anzitutto ebreo,calato nella cultura del suo popolo e del suo tempo.mangiava secondo le regole bibliche,vestiva rispettando le tradizioni,andava in pellegrinaggio al tempio,osservava le festivita',frequentava le sinagoghe,studiava e citava la bibbia.tutti i concetti fondamentali della sua predicazione erano ebraici".Joshua ben-Joseph non venne al mondo nell'anno 1 del nostro calendario,ma prima.nacque al tempo del re Erode,durante un censimento stimato avvenuto intorno al 7 a.C.,un censimento che avenne durante la congiunzione dei pianeti,forse la stella...san Giuseppe non era un falegname.si tratta di un errore di traduzione,ma un carpentiere che aveva una piccola impresa.certo e' che la sacra famiglia era piu'numerosa di quella alla quale ci ha abituato l'iconografia:anche il nuovo testamento cita ameno due figlie e altri 4 figli maschi(giacomo,giuseppe,simone e giuda)andavano in giro per casa e si e' deciso di considerarli cugini.alcuni li considerano fratellastri di gesu' e figli di Giuseppe,ma i vangeli li descrivono sempre insieme a Maria.nei primi secoli autori cristianissimi come Origene,l'esistenza di fratelli veri di gesu' era data per scontata.
la ricostruzione della gioventu' di Gesu' e' difficile,ma e' da escludere che egli sia andato in egitto come un extracomunitario affamato.la sacra famiglia era tutt'altro che proletaria:giuseppe discendeva dal re Davide,Maria aveva parenti nella gerusalemme bene.quindi gesu' somigliava ad un ribelle di buona famiglia italiano sicuramente ebbe contatti con gli esseni
e non poche volte venne criticato perche' banchettava mentre Giovanni il battista e i suoi discepoli si vestivano di pelli e mangiavano locuste.gesu' non si vestiva di pelli e guardava all'aspetto fisico.la penitenza come mortificazione del corpo venne sconfessata:"profumati la testa e lavati il volto"raccomandava gesu' a chi digiunava.molte religioni prevedono la purificazione del corpo prima di entrare nei luoghi sacri.quella chiamata "la domenica delle Palme" fu il momento in cui Gesu' usci' allo scoperto contro i Farisei,lancio' maledizioni stile Battista,rivolto' le bancarelle del mercato.perche' Gesu' non si difese quando venne accusato da Pilato?"non gli rispose neanche una parola,con grande meraviglia del governatore"dice Matteo.
ma fra i precetti dei monaci di Qumran si dice:"nessuno rispondera' qualora venga interrogato da loro(gli empi)su una qualsiasi legge e giudizio.per i romani il silenzio eqivaleva ad una confessione

Anomalocaris




L’anomalocaride rappresenta sicuramente uno dei più grandi predatori del suo periodo, e la sua lunghezza poteva sfiorare il metro. Il complicato apparato boccale rappresenta qualcosa di unico a livello morfologico: le due grandi appendici spinose erano in grado di catturare le prede, che venivano poi portate verso la bocca vera e propria. Questa, costituita da una serie di placche circolari, rimaneva sempre aperta ma agiva come una sorta di schiaccianoci. Uno studio di Loren Babcock ha mostrato che molte delle ferite rinvenute sul corpo dei fossili di trilobiti del Cambriano combaciano perfettamente con il meccanismo predatorio dell’Anomalocaris. E’ interessante notare che almeno il 70% delle ferite inferte ai trilobiti sono sul lato destro dell’animale; sembrerebbe un caso tipico di asimmetria comportamentale, riscontrabile anche in molti predatori odierni. Questo fenomeno deriva da un un sistema nervoso lateralizzato, e indica che probabilmente un sistema di questo tipo era già presente nel periodo Cambriano.




sabato 18 aprile 2009

UFO: Il Governo Brasiliano rendera' pubblico tutto ciò che sa sugli UFO

Il direttore del CBU AJ Gevaerd (Commissione per gli UFO in Brasile) dopo aver lottato per più di un anno ha ottenuto la declassificazione dei documenti che da sempre sono stati dichiarati TOP SECRET.Questo e' un evento storico, nessun Paese si era spinto tanto avanti nella divulgazione sugli UFO.In passato, ma anche di recente i vertici brasiliani avevano rilasciato diverse informazioni e documenti sul tema, ma questa volta le informazioni contenute nell'archivio sono sicuramente di un altro livello, in quanto classificati al piu' alto livello di segretezza.All'interno si potranno trovare, tra l'altro le relazioni della famosa "Notte degli UFO" che in passato fu paragonata per importanza all'incidente di Roswell. L'episodio accadde nel Maggio del 1986, quando sei aerei allertati dai radar inseguirono una ventina di oggetti volanti non identificati.A conferma di tutto cio' il Ministro dei Trasporti Aerei Brasiliano il Generale Otavio Moreira Lima, ha confermato la notizia e poi personalmente ha affermato che secondo la sua opinione presto il genere umano incontrera' gli extraterrestri.Il Ministro ha aggiunto che le autorità brasiliane hanno il dovere di far conoscere al popolo la realtà extraterrestre. Ha aggiunto alle dichiarazioni questa interessante affermazione: " Se molte persone saranno disposte ad accettare la presenza aliena, ce ne saranno altrettante che ancora non si sentono pronte."Una rappresentanza del CBU venerdi' scorso ha partecipato ad una conferenza nella Capitale Brasilia e nuovamente erano presenti alcuni vertici delle Forze Armate. Sono stati esaminati alcuni files TOP SECRET compreso quelli riguardanti l'incidente del 1986, ma senza poter eseguire copie del materiale da poter divulgare.Lo scorso anno erano stati rivelati alcuni files relativi alla famosa "Operazione Prato". Quest'indagine militare fu fatta a causa di svariati incidenti accaduti in Amazzonia. Gli abitanti della zona vennero aggrediti e feriti da presunti UFO e nell'occasione gli abitanti organizzarono veglie notturne per porteggerdi.Vent'anni dopo questi eventi, Uyrange Noguira - il Capitano responsabile del progetto - affermo' che anche lui in quell'occasione fu testimone di avvistamenti inspiegabili. Noguira si convinse che alla base di tutto c'erano gli alieni. Tre settimane piu' tardi, dopo le dichiarazioni, misteriosamente fu trovato morto impiccato con la sua stessa cintura.Ora gli Ufologi lavoreranno per sviluppare un protocollo con l'Air Force che potrebbe garantire l'accesso permanente a questi files, per far sì che rimangano permanentemente a disposizione per essere studiati.La collaborazione e' divenuta possibile con i militari in quanto da entrambe le parti si vuole portare chiarezza sul fenomeno UFO.Per Rafael Cury, uno dei principali responsabili del CBU con l'apertura da parte del Comando della Difesa Aerea Brasiliana si e' entrati in una nuova era.Le Forze Aeree e il Governo collaboreranno dunque con gli Ufologi confermando il fatto che ancora nessuno fino ad oggi e' riuscito a comprendere appieno la natura di questi dispositivi volanti.Il mondo ufologico sicuramente cogliera' questa notizia con ottimismo ed entusiasmo.

18 Aprile 2009 14.53 - di Raffaele Di Nicuolo - Fonte: Terni in rete - cod.176443

venerdì 17 aprile 2009

Giorge Orwell - 1984

In un futuro prossimo, anzi, passato da un po' oramai (l’anno 1984) la Terra è suddivisa in tre grandi potenze totalitarie perennemente in guerra tra loro: Oceania, Eurasia ed Estasia. In Oceania, la cui capitale è Londra, la società è amministrata secondo i principi del Socing (il socialismo inglese) e governata da un onnipotente partito unico con a capo il Grande Fratello, un personaggio che nessuno ha mai visto e che tiene costantemente sotto controllo la vita di tutti i cittadini (la sua figura somiglia molto a quella di Josif Stalin). I suoi occhi sono le telecamere che spiano la vita di qualunque cittadino e il suo braccio la psicopolizia che interviene in ogni situazione sospetta. Ovunque vi sono grandi manifesti che ritraggono il Grande Fratello e gli slogan del partito: «la guerra è pace», «la libertà è schiavitù», «l’ignoranza è forza».
Il protagonista del romanzo, Winston Smith, è un membro subalterno del partito, incaricato di censurare i libri e gli articoli dei giornali non in linea con la politica ufficiale. Apparentemente docile, in realtà mal sopporta i condizionamenti del partito. Accanto a lui agiscono altri due personaggi: Julia, della quale Winston è innamorato malgrado il partito vieti il sesso, e O’Brien, un importante funzionario che li aiuterà.. non aggiungo altro.A me il libro è piaciuto veramente molto, essendo stato scritto nel 1949 è sorprendente la capacità dell'autore di "profetizzare" , ovviamente con esasperazione, ciò che accada nel futuro. Pian piano siamo sempre più vicini a questa terribile realtà

Lapide Strana

Da un utente del forum:

Ragazzi.. volevo sapere cosa ne pensate. Un mio amico ha visto in un cimitero della mia citta una lapide di una donna, di cui era scritto solo il nome e sotto una successione di lettere maiuscole, circa 20 x 8 righe.. tutte lettere attaccate senza alcun senso.. esempioMARIAAUJEDJNEJHRJHFIJFRIJFRJIRIJEIOJRFOIRJUGNHVJCNJROIJGOEFIJIJIOCJREOJJERIGJTIOJIOETJOHIJIOYRJKOPGYIKOKTEHJYJKMYKMJKUKITIYUIYUIOJUIUYIYJHYGKMRJTHNJGMKTGJHTJGORTJHGROTIJHUYIROJHIODEGIOJRTOIJIOTRJORKNHJROTNIHRTUNROIJTROUIUHJTRIDATA MORTEA differenza del mio esempio nn erano pero presenti lettere dell'alfabeto inglese, quindi niente k, j, w, ecc..Sapete chiarirmi un po' le idee?Che ne pensate voi?A presto!!

--
( il mistero è ancora aperto , ndlogan)

I pulcini sanno contare

TRENTO - I pulcini di soli tre giorni di vita sono in grado di compiere semplici operazioni aritmetiche, come l'addizione e la sottrazione. E' il risultato di uno studio di un gruppo di ricercatori del Centro mente cervello (Cimec) dell'Università di Trento e del dipartimento di Psicologia dell'Università di Padova, pubblicato oggi sulla rivista scientifica Proceedings B of the Royal Society. Primo autore è Rosa Rugani, giovane scienziata del Cimec. Confinati in una gabbietta, privati di ogni esperienza, se non l'esposizione a cinque palline di plastica gialla, i piccoli del pollo domestico hanno dimostrato di sapere contare gli oggetti di imprinting. Gli scienziati hanno suddiviso le palline, sotto gli occhi dei pulcini, in due insiemi di numerosità diversa, che hanno poi nascosto dietro uno schermo. Lasciati liberi di muoversi, i pulcini si dirigono sistematicamente dietro lo schermo dove si trova l'insieme più numeroso. I pulcini sarebbero in possesso quindi di capacità protoaritmetiche, una sorta d'istinto matematico, tale da "fornire uno straordinario supporto - sostengono gli autori dell'articolo scientifico - all'ipotesi secondo la quale le rappresentazioni mentali dei numeri (così come quelle degli oggetti fisici, di quelli animati e delle geometria) sarebbero presenti già alla nascita in tutti i vertebrati".

L'uomo lucertola


The Lizardman;
ricoperto di squame da rettile, Erik Sprangue, questo e' il suo nome, ha lingua biforcuta e denti aguzzi come un serpente, e' nato nel 1972 e allora non era ancora l'uomo lucertola. Ha diviso in due la lingua e impiantato bernoccoli finti al posto delle spraciglia.

Occhio artificiale di 4800 anni fa


Tehran - Tutti gli studi compiuti sull'occhio artificiale di 4800 anni fa proveniente dalla Città Bruciata (Shahr-e Sokhteh) sono stati pubblicati su un bollettino bilingue inglese-persiano all'inizio della scorsa settimana.



"Il bollettino contiene tutti gli studi e tutte le analisi degli esperimenti eseguiti sul bulbo oculare," Mansur Sajjadi, un esperto della Città Bruciata, ha detto alla CHN lo scorso venerdì.


Il governatorato della provincia del Sistan-Baluchistan ha finanziato la pubblicazione del bollettino, preparato dal Centro culturale della Città Bruciata. Questo bulbo oculare fu scoperto verso la fine del 2006 da un team di archeologi guidato da Sajjadi nella Città Bruciata, risalente a 5200 anni fa; essa si trova a 57 km da Zabol, nella provincia del Sistan-Baluchistan. Apparteneva a una donna di corporatura robusta morta in età compresa tra 25 e 30 anni. Gli studi evidenziano tracce di un ascesso nell'arcata superiore dell'occhio, mentre le tracce lasciate dalla palpebra sono visibili nella parte inferiore.
L'occhio venne fatto con catrame naturale mischiato a grasso animale; per ragioni estetiche, i capillari più sottili furono ricavati con fili d'oro spessi meno di un millimetro. La pupilla è stata posizionata al centro del bulbo e intorno a essa si distinguono linee parallele formanti uno schema a mandorla.

Il bulbo possiede due buchi laterali, usati per fissarlo nell'orbita. Un team di archeologi italiani e iraniani, guidato da Sajjadi, ha cominciato la settimana scorsa la dodicesima stagione di studi sulla Città Bruciata. Il team si propone di classificare le informazioni raccolte durante gli scavi degli anni passati

da Teheran times culture desk 4 gennaio '09

Il miracolo del secolo

Era il 3 luglio del 1981.
Quel giorno tutti i giornali del mondo,con maggiore o minore intensita',per la prima volta scrivevano il nome di una tremenda nuova malattia: sindrome di immuno deficienza acquisita. Contratta AIDS. E' la malattia del secolo che in parte ha cambiato i costumi sessuali delle classi piu' colte e ha portato in auge le antiche polemiche sugli anticoncezionali con la chiesa cattolica che ripete la sua condanna verso l'uso dei profilattici che "minerebbe la morale e incoraggerebbe il sesso casuale", mentre "le vere risposte cristiane alla tragedia dell'AIDS sono l'astinenza prematrimoniale e la fedelta' durante il matrimonio".
Il sud africa e' uno dei paesi piu' colpiti e proprio in questo stato si e' registrata la prima guarigione inspiegabile di un malato terminale di AIDS senza alcuna terapia farmacologica e neppure una normale assistenza medica.
Peter Chungu Shitima e' nato nel 1972 in zambia.Fin da piccolo sentiva di dover dedicare la propria vita al signore, cosi', per caso, capito' nel 1994 ad Outdts-Hoorn, presso l'oratorio di San Filippo Neri. Qui' comincio' a lavorare e studiare per poter diventare sacerdote. In biblioteca trovo' un libro sulla vita di Luigi Scrisoppi(nato a Udine nel 1804,il 4 agosto). Resto' affascinato dalla forte figura di quest'uomo e dagli eventi prodigiosi di cui fu protagonista. Pregava spesso don Luigi e chiedeva lui aiuto.
Nel 1996 comincio' a stare male e, in ospedale dopo varie analisi, gli fu diagnosticato l'AIDS ad uno stadio terminale. Gli vennero dati degli antidolorifici e fu deciso di mandarlo dalla sua famiglia in zambia per farlo morire in pace.
La famiglia resto' impressionata nel vedere il suo aspetto. Lui stava tutto il giorno a letto ad aspettare la morte con la compagnia e l'assistenza della sorella, che pregava con lui don Luigi. All'improvviso, Peter comincio' a stare meglio. Comincio' a mangiare ed un giorno si alzo' per andare in chiesa a sentire la messa.
Tutti aspettavano la morte di Peter ma lui era vivo e vegeto, dimagrito, pallido, ma vivo e vegeto. Torno' in ospedale e i medici sud africani lo dichiararono guarito. Definirono la guarigione un miracolo "come voi cattolici lo definite", dissero, essendo essi agnostici. I sacerdoti di laggiu' attribuivano l'evento all'intercessione di Luigi Scrisoppi. Il 10 giugno del 2001, al termine di un rigoroso processo canonico, Papa Giovanni Paolo II ha proclamato santo Luigi Scrisoppi, in virtu' di quello che puo' essere definito il miracolo del secolo.

Time Traveling - PT1

Il viaggio nel tempo è un argomento che potenzialmente affascina chiunque. Premetendo che comunque anche noi stessi ogni secondo che passa viaggiamo verso il futuro, ma è davvero possibile muoverci in uno spazio in tempi differenti ?
Cioè è possibile coprire distanze in minore tempo? teoricamente si, se dal punto A al punto B ci muoviamo a piedi, o in macchina ci mettiamo meno tempo utilizando un mezzo piu veloce, direi in modo relativo poichè se devo attraversare una caotica città colma di traffico potrei metterci di meno a piedi. In ogni caso il tempo impiegato per spostarci dal punto A al punto B varia a seconda del metodo di locomozione che utilizziamo, se potessimo utilizzare un mezzo che andrebbe alla velocità della luce potremmo spostarci in un punto qualsiasi (entro i 300.000 km,la luce viaggia a quasi 300.000km/s) in meno di un secondo quindi quasi istantaneamente dal punto di vista matemativo potremmo trovarci in tutti i punti di una sfera dal diametro di 300000km contemporaneamente.
Sia chiaro che nella nostra dimensione di esistenza sembra che il tempo scorra solo dal passato al futuro e non viceversa, al massimo se un osservatore si muove a velocità prossime a quella della luce potrebbe percepire un rallentamento o addirittura uno stop del tempo.
Perchè parlando di viaggi temporali si parla anche di viaggio nello spazio?
Fondamentalmente perchè la terra non è nello stesso punto sempre, compie nello spazio un movimento ellittico attorno al sole, quindi in tempi differenti si trova in spazi differenti, senza contare la forza ci Corriolis, e quindi la rotazione della terra sul proprio asse. Inoltre Spazio e tempo sono variabili direttamente collegate.
Ma perchè si parla di buchi neri per i viaggi temporali?é stato dimostrato matematicamente da Einstein che lo scorrere del tempo è relativo all'osservatore, e varia a seconda della velocità dello stesso. Di recente (almeno in questi ultimi 10 anni) vari astrofisici nel tentativo di studiare il fenomeno dei buchi neri, hanno riscontrato varie anomalie temporali in prossimità di forti concentrazioni di densità della materia,di buchi neri appunto, come infatti oramai sapete tutti qui su mystero, il buco nero non è altro che un concentrato di materia in un volume infinitesimale dalla capacitò quindi di forza di attrazione gravitazionale cosi forte che persino la luce non riesce a sfuggirne.
Non è pertanto possibile attraversare un buco nero poichè non è un reale buco, ma è possibile teoricamente sfruttare le sue energie per deformare il tempo. Purtroppo in via del tutto teorica perchè al momento non esiste la tecnologia per "gestire" un buco nero.
Qualche mese fa è stato avviato un progetto di sperimentazione al Cern di Ginevra per la creazione di buchi neri in laboratorio, nulla di preoccupante, il fine dell'esperimento non è tanto riuscire a creare il buco nero, ma dimostrare la veridicità della teoria delle Radiazioni Di Hawking, secondo la quale (sintetizzando in pochissime parole) buchi neri di massa infinitesimamente piccola evaporerebbero in tempi inconcepibili alla mente umana, meno di istantaneamente.
Ci sono varie teorie poi che ritengono che un buco nero rotante (buco nero di Higgs)potrebbe presentare una singolarità anulare, se in via teoria si riuscisse ad arrivare all'orizzone degli eventi e si osservasse attraverso l'anello vedremmo l'uscita di un tunnel spazio temporale, deformato dalla grande forza di gravità. Se l'anello fosse adeguatamente grande per passare, solo attraversando l'anello con un particolare grado di incidenza potremmo uscire da un "buco bianco" indenni in uno spazio, un tempo o forse una dimensione differente.
... continua ...